grandArte 2016/2017 è una rassegna d’arte che idealmente prosegue l’esperienza di GrandArte 2013, artisti contemporanei per un progetto sociale. Quella mostra era stata organizzata nell’inverno del 2013 per una raccolta di fondi a favore delle Case del Cuore, appartamenti destinati ad ospitare nuclei famigliari (in particolare donne con propri figli) in condizione di difficoltà economica e sociale. L’attuale progetto, promosso dalle associazioni grandArte e Amici Case del Cuore, si caratterizza ancora fortemente per la volontà di coniugare arte e sociale ma poi, in termini innovativi, anche per la scelta di operare in sinergia con altri soggetti a livello provinciale ed ancora per proporsi come evento da ripetere nel futuro con una cadenza bi o triennale.

Il lavoro condotto per questa edizione ha messo insieme la partecipazione di 16 soggetti (associazioni ed una galleria), l’intervento di 14 curatori, l’adesione di 13 Comuni, oltre all’Atl del Cuneese, e la organizzazione di 15 mostre che presentano 86 artisti.

Le opere in mostra (salvo qualche limitata eccezione) sono a disposizione del pubblico perché una parte del ricavato (stabilito in accordo con gli artisti) è destinato ad incrementare le Case del Cuore.

Il titolo scelto per questa edizione, identità perdute?, vuole esplicitamente richiamare il momento storico che stiamo vivendo, segnato da profonde tensioni e scontri tra mondi di diversa matrice culturale con risvolti che a tratti sembrano incomprensibili ed incontrollabili. Movimenti migratori di portata biblica, la diffusione di strategie del terrore e di azioni dirompenti dettate da radicalismi ideologici, il riaffermarsi di pensieri fondamentalisti nei rapporti tra le comunità locali ed internazionali acuiscono le incertezze e le ansietà già provocate da una perdurante crisi economica e minano le sicurezze effimeramente acquisite all’interno delle società occidentali. Si tratta di uno stato delle cose che non può non coinvolgere le coscienze di tutti noi e che, a prescindere dalle diverse opinioni e reazioni di ciascuno, non può essere sottaciuto. Questo tuttavia non ha voluto costituire il riferimento obbligatorio per le varie mostre, ma  semplicemente un comune elemento di affermazione di consapevolezza e testimonianza. Ogni curatore è stato libero nelle scelte relative all’organizzazione del proprio evento e dunque non si ritroverà all’interno della rassegna un unico filo conduttore. Quello che semmai costituisce elemento di unità e coerenza rispetto al tema generale è lo spirito dello stesso lavoro svolto. Un lavoro che ha visto la collaborazione di tante persone finalizzata ad un intento comune, che ha messo insieme punti di vista anche molto distanti, e poi presentato un gran numero di artisti assai diversi fra loro per personalità e modalità espressive: tanti elementi di eterogeneità e diversità che si sono posti non come occasioni conflittuali di contrapposizione ma come elementi di ricchezza per lo scambio, il rinnovamento e la crescita del nostro patrimonio culturale e in ultima analisi delle nostre identità.

Nelle varie mostre la maggior parte degli artisti presenti è cuneese per origine o per adozione. Questa edizione della rassegna ha dunque privilegiato il territorio locale, del quale intende offrire un significativo e qualificato spaccato.


Le mostre e gli artisti di grandArte 2016/2017:

CUNEO
San Francesco / 16.12.2016 – 17.04.2017
Le spine della complessità. Arte e artisti tra globale e locale
Valerio Berruti, Nicola Bolla, Ugo Giletta, Fabio Viale

CUNEO
Palazzo Samone / 20.01.2017 – 12.02.2017
Migranti, da una poesia di Derek Walcott
Guido Villa

BORGO SAN DALMAZZO
Art Gallery La Luna / 04.03.2017 – 02.04.2017
Albino Galvano, un genio eclettico
Albino Galvano 

SAVIGLIANO
Museo Civico A. Olmo e Gipsoteca D. Calandra / 10.03.2017 – 09.04.2017
Di stanze
Alessandro Gioiello

MONDOVI’
Confraternita di S. Stefano / 14.04.2017 – 14.05.2017
Colori e segni. Le molte presenze nella realtà dell’arte informale astratta
Corrado Ambrogio, Riccardo Cordero, Francesco Franco, Tanchi Michelotti, Piero Simondo, Bruno Capellino. Bambini di età prescolare e ragazzi: Ludovica, Marta, Francesco Saverio, Marco, Maria

BENEVAGIENNA
Palazzo Lucerna di Rorà / 30.04.2017 – 25.06.2017
Espressioni d’arte in divenire
Valeria Arpino, Gemma Asteggiano, Cristina Bollano e Paolo Peano, Cesare Botto, Walter Canavesio, Cornelio Cerato, Chiara Cinquemani, Mario Conte, Christian Costa, Roberto De Siena, Marina Falco, Giulio Fantone, Cristiano Fuccelli, Adriana Giorgis, Franco Marabotto, Paola Meineri Gazzola, Corrado Odifreddi, Massimo Ovidi, Carla Siccardi, Claudio Signanini, Luigi Sostegni.

FOSSANO
San Giovanni / 05.05.2017 – 28.05.2017
Acquerello: esperienze generazionali a confronto
Roberto Andreoli, Mirko Andreoli, Marzia Mellano, Ada Perona

ALBA
Coro della Chiesa della Maddalena / 17.06.2017 – 02.07.2017
Nuovi labirinti e nuovi orizzonti
Bruna Bonino, Laura Castagno, Teresa De Paola, Bruno Giuliano, Carlos Matter.

SALUZZO
La Castiglia / 24.06.2017 – 16.07.2017
Mutevoli identità
Michelangelo Giaccone, Lorenzo Griotti, Alessandro Infuso, Guido Palmero, Anna Valla;
è presente in mostra un ricordo in omaggio a Franco Bongiovanni.

BUSCA
Casa Francotto / 02.07.2017 – 31.07.2017
Daniele Fissore. Le realtà rarefatte
Daniele Fissore

VINADIO
Forte Albertino / 21.07.2017 – 17.08.2017
Riflessi di identità. Stati di esistenza tra arte e mito
Tiziano Ettorre, Manuela Fonti, Giuseppe Formisano, Grazia Gallo, Giorgio Giordano, Emanuele Greco, Daniele Guolo, Cristina Saimandi, Anna Salomone

MANTA
S. Maria del Monastero / 26.08.2017 – 17.09.2017
Uso lo sguardo. Annotazioni sul lavoro di Maurizio Ovidi
Maurizio Ovidi

BRA
Il Fondaco / 02.09.2017 – 30.09.2017
Destinazioni e destini
Stefano Allisiardi, Marco Tallone

CARRU’
Chiesa della Confraternita dei Battuti Bianchi / 16.09.2017 – 01.10.2017
Oltre le frontiere, le barriere e i limiti
Raffaella Baroni, Maura Boccato, Anna Branda, Monica Bruera, Claudio Cravero, Gloria Fava, Danila Ghigliano, Raffaella Giordana, Giulio Mosca, Luca Paolella

CUNEO
Palazzo Samone / 06.10.2017 – 29.10.2017
Comprensioni-incomprensioni
Walter Accigliaro, Daniele Aletti, Rodolfo Allasia, Enzo Bersezio, Alessia Clema, Claudio Diatto, Daniela M. Guggisberg, Guido Giordano, Pier Giuseppe Imberti, Mario Mondino, Claudio Salvagno, Fiorenzo Sasia, Michelangelo Tallone, Gaetano Usciatta


Associazione culturale GrandArte

L’associazione culturale grandArte è nata con lo scopo di dare continuità all’esperienza vissuta attraverso l’organizzazione della mostra “grandArte 2013 – artisti contemporanei per un progetto sociale”, tenutasi nell’autunno-inverno 2013 nel Complesso Monumentale di S. Francesco di Cuneo. La mostra, promossa per la raccolta di fondi a favore di nuove Case del Cuore (appartamenti destinati ad ospitare nuclei famigliari in momentanea condizione di difficoltà), aveva riscosso uno straordinario successo sia per l’elevato numero di artisti aderenti, sia perché aveva conseguito un ulteriore obiettivo di natura più squisitamente culturale: aveva rappresentato l’occasione di fare il punto sulla produzione artistica provinciale e di realizzare una ricognizione che, almeno in quella misura, non era mai stata tentata. L’associazione si caratterizza dunque per l’attenzione che pone al legame tra arte e “sociale” e si prefigge, oltre che la diffusione delle espressioni artistiche legate al territorio e la promozione dell’incontro-confronto tra realtà locali ed esperienze nazionali ed internazionali, di mettere in atto iniziative e collaborazioni a favore di progetti sociali attraverso forme di fundraising.

Essa si propone di promuove, sviluppare e perseguire finalità culturali inerenti al campo dell’arte figurativa e la cultura in genere. Per perseguire i propri scopi l’associazione in particolare si propone di:

• promuovere la diffusione della cultura e dell’arte, in particolar modo dell’arte contemporanea, mediante iniziative proprie o attraverso partecipazione ad eventi e manifestazioni organizzate da altri soggetti;

• divulgare attraverso convegni, conferenze, mostre, esposizioni, eventi, rassegne e spettacoli in genere i temi derivanti dalle attività realizzate, utilizzando anche le nuove tecnologie di rete e multimediali;

• valorizzare ogni risorsa che possa costituire occasione di progetto, di innovazione, di qualificazione culturale;

• svolgere attività di consulenza e collaborazione con enti, biblioteche, associazioni, privati ed altri soggetti che intendono sviluppare iniziative a sostegno della promozione culturale;

• proporsi come specifico punto di riferimento e/o come struttura di servizio per aziende, imprese, università e in genere per enti pubblici e privati relativamente alla sua missione istituzionale;

• favorire lo sviluppo della conoscenza e della cultura e lo scambio delle reciproche esperienze ed idee attraverso lo svolgimento delle attività culturali in Italia e all’estero e la promozione di iniziative destinate all’approfondimento degli scopi statutari;

• organizzare iniziative culturali a carattere locale con prospettiva di esportarle a livello nazionale ed internazionale;

• svolgere corsi, manifestazioni, convegni, dibattiti, mostre, esposizioni, seminari, ricerche di ogni tipo, per il raggiungimento e la diffusione dei propri scopi; organizzare eventi multimediali, stipulare convenzioni con Enti pubblici e privati per l’organizzazione di mostre ed esposizioni nell’ambito dei propri scopi istituzionali.


egea-750x350    confcommercio-banner-sito-cf-2