AMICI DI BENE ONLUS

L’Associazione Culturale Amici di Bene-onlus muove i suoi primi passi più di trent’anni fa per volontà di due sole persone (Michelangelo Fessia e Gemma Comina) che provvidero – come primo atto di recupero – a salvare dai furti i due preziosi tempietti con tabernacoli di Pietro Piffetti, depositati allora nella Chiesa delle Figlie di Maria. Le iniziative culturali che si intrapresero in quegli anni erano circoscritte alle emergenze più assolute di recupero. L’Associazione, che ha finalità storiche, artistiche, archeologiche e di salvaguardia del patrimonio artistico locale, nacque dalla volontà di aggregare più persone con gli stessi intendimenti, affinchè tante opere d’arte che non urlano (se non al cuore) potessero essere salvate dall’incuria del tempo, dalla trascuratezza, dall’ignavia di tanta gente. L’attività degli Amici di Bene si è dovuta molte volte svolgere tra difficoltà, amarezze e disagi di ogni genere, senza mai ricercare riconoscimenti personali, ma con un unico vero scopo: far conoscere “una capitale secondaria” ricca di storia e di cultura, sorretti da un grande amore per il patrimonio artistico della nostra città. L’Associazione cura un sito che vuole essere strumento di divulgazione e, insieme, di documentazione, un contributo di notizie e di idee, un punto sulla situazione il più obbiettivo possibile senza polemiche e senza giudizi; i fatti sono elencati in modo che parlino da soli. Esprimiamo quindi con convinzione e anche come augurio che la tutela del patrimonio artistico e storico dei nostri antenati non sia retaggio di una Associazione, ma diventi una conquista collettiva di un’intera Comunità, dove il bene artistico è nato e deve continuare a vivere e comunicare la sua storia che è poi la nostra storia.
Sede: Bene Vagienna (Cn), via Roma, 16 bis


AMICI DI CARRU’

L’Associazione Amici di Carrù, fondata nel 1978, ha come scopo la tutela e la valorizzazione del patrimonio storico, artistico e culturale del paese. Attraverso restauri, mostre, concerti, convegni ed altri eventi culturali ha, nel tempo, favorito la presa di coscienza, da parte dei carrucesi (e di un pubblico più largo) del vasto ed importante patrimonio storico-culturale conservato nella cittadina. La presenza dell’associazione ha inoltre ampliato studi e ricerche sul territorio, come ad esempio gli approfondimenti sulla figura di Luigi Einaudi, nato a Carrù nel 1874. Tra le attività dell’associazione il restauro del tetto e del campanile della chiesa della Confraternita dei Battuti Bianchi (2007-2008) ha segnato una tappa fondamentale per la conservazione di un monumento che, per degrado, versava in pessime condizioni. Tuttora l’associazione gestisce, in comodato d’uso concesso dalla Parrocchia dell’Assunta, gli spazi della chiesa disegnata da Filippo Nicolis di Robilant nella seconda metà del XVIII secolo. Al suo interno si sono svolte le mostre ‘Angeli’ (2003), ‘Magnificenze seriche’ (2002), le rassegne monografiche dedicate ai fratelli Vacchetti: Emilio (nel 2006), Pippo (nel 2007) e Sandro (nel 2008). In quest’ultima, oltre a disegni e dipinti, erano esposte ceramiche Lenci ed Essevi, produzioni per cui l’artista è internazionalmente conosciuto. Recenti le mostre ‘Le dimore del tempo’, monografica di Danila Ghigliano (2014) e ‘Il piacere del convivio’, legata al progetto ‘Madre Terra’, evento svolto in collaborazione con Ellisse e il Museo Civico di Savigliano. Ogni anno, nella chiesa, è accolto il ‘Presepe d’autore’, affidato, di volta in volta, all’interpretazione di artisti contemporanei.
Sede: Carrù (Cn), presso Biblioteca Civica, piazza Dante


ART GALLERY LA LUNA

L’Art Gallery La Luna comincia la sua attività nel 2007 partendo dal territorio piemontese, si apre a nuove realtà e propone importanti artisti rappresentativi dei principali movimenti contemporanei, valorizzando, allo stesso tempo, giovani talenti emergenti. Organizza mostre ed eventi, stimolando emozioni e riflessioni ed offrendo ad appassionati e collezionisti curate selezioni di opere. Durante gli anni di attività sono stati presentati, tra gli altri, artisti come il toscano Italo Bolano, l’albanese Viktor Ferraj ed i piemontesi reali e di adozione Walter Accigliaro, Corrado Ambrogio, Cesare Botto, Albino Galvano, Adriana Giorgis, Gino Gorza, Giorgio Griffa, Umberto Mastroianni, Enrico Paulucci, Silvio Rosso, Piero Ruggeri, Filippo Scroppo, Piero Simondo, Anna Valla.
Sono state organizzate dalla galleria prestigiose mostre personali e collettive in suggestivi spazi pubblici, come Palazzo Samone (Cuneo), Palazzo Salmatoris (Cherasco), Galleria Arte Moderna Osvaldo Licini (Ascoli Piceno), Palazzo Lomellini (Carmagnola), Mausoleo della Bela Rosin (Torino), Palazzo Ducale (Genova).  Il modo di intendere e presentare l’arte da parte dei galleristi Franco Carena ed Alessandro Capato si può riassumere in questa frase di Pablo Picasso: “L’arte scuote dall’anima la polvere che si accumula nella vita di tutti i giorni”.
Sede: Borgo San Dalmazzo (Cn), Via Roma, 92


BUSCA EVENTI

L’Associazione è l’ente preposto dall’Amministrazione Comunale per promuovere gli aspetti turistici in Città.  Organizza, anche in collaborazione con enti pubblici e privati, iniziative quali convegni, escursioni, spettacoli, festeggiamenti, manifestazioni sportive, fiere enogastronomiche e di altro genere, nonchè iniziative di solidarietà sociale, recupero ambientale, restauro e gestione di monumenti. L’ente Gestisce l’Ufficio Turistico ed ha sede in Casa Francotto.
Sede: Busca (Cn), presso Palazzo Comunale, via Cavour 28


CHELIDON PROJECT

Le attività svolte dall’Associazione in ambito Regionale sono rivolte in particolare alla promozione dell’ arte sotto ogni aspetto. I servizi sono: la curatela, l’organizzazione, il supporto tecnico, pratico, mediatico di eventi, mostre, convegni, congressi, forum, stage e corsi. Sono tra gli obbiettivi statutari: lo sviluppo del volontariato culturale, dell’istruzione, dell’educazione permanente; l’approfondimento e lo studio di culture, popoli, nazioni, etnie e minoranze linguistiche, con il fine di organizzare progetti comuni favorendo il dialogo interculturale, elemento essenziale di una società moderna, strumento e fattore di sviluppo che assolve alla funzione sociale di maturazione, di crescita umana e civile.
Negli anni l’ente ha organizzato numerosi eventi di successo tra i quali si ricordano: “Ladro di Nuvole” l’ultima personale di Antonio Carena, “..da Picasso a Dalì a Schifano e Lodola”, “Frac on tour” con il fondo regionale arte contemporanea ed  in collaborazione con la fondazione Pistoletto.
Sede: Busca (Cn), via S. Bernardo, 1


COMITATO DI QUARTIERE BORGO VECCHIO

Il Comitato di Quartiere Borgo Vecchio, da sempre operante come gruppo spontaneo in ambito cittadino per l’organizzazione del Palio dei Borghi e altre manifestazioni fossanesi, è stato ufficialmente riconosciuto dall’Amministrazione comunale a seguito di libere elezioni di quartiere, svolte per la prima volta nel 2005. E’ dotato di uno statuto e di un regolamento interno per la gestione della propria attività sociale. Si rinnova ogni cinque anni, in coincidenza delle elezioni amministrative comunali. Con gli altri cinque borghi cittadini, Piazza, Salice, S. Antonio, San Bernardo, Nuovo e il borgo Romanisio, che raggruppa e rappresenta le quindici frazioni, partecipa all’organizzazione degli eventi fossanesi, primo fra i quali il Palio dei Borghi, che si svolge ogni anno nelle ultime settimane del mese di giugno.
Annualmente organizza, nel proprio ambito territoriale, la Festa di Quartiere denominata Festa di S. Anna per la puntuale coincidenza con la festività di fine luglio, un torneo di calcetto per i giovani fossanesi, una gita sociale e un ristoro natalizio dopo la S. Messa di mezzanotte.
La sua attività si contraddistingue poi per l’ambizioso progetto, che si rinnova dal lontano 2005, di eventi artistici e culturali nella Chiesa di San Giovanni, sconsacrata da anni, allestita e utilizzata per mostre d’arte, concerti, spettacoli teatrali, proiezioni, convegni, serate a tema.
La Chiesa, in comodato d’uso alla Fondazione Cassa di Risparmio di Fossano che ne ha curato in questi anni il restauro esterno e finanziato l’allestimento interno, è concessa in uso al comitato quartiere che ne assume responsabilmente la custodia durante tutta la stagione degli eventi da marzo a ottobre. Dal 2005 sono state organizzate oltre cinquanta mostre d’arte personali e collettive, con la presenza di 150 artisti e almeno 100 eventi collaterali, sotto la cura del responsabile Claudio Mana.
Sede: Fossano (Cn), via Garibaldi, 77/b


ELLISSE CULTURA PER IL TERRITORIO

L’Associazione Ellisse ha come scopo la tutela e la valorizzazione del patrimonio storico, artistico e culturale della Provincia Cuneese, agendo in particolare nei Comuni di Bastia Mondovì, Carrù, Cigliè, Clavesana, Farigliano, Magliano Alpi, Piozzo e Roccacigliè, luoghi in cui l’associazione nasce nel 2006. L’Associazione si prefigge di creare una solida rete fra i vari paesi, per far conoscere il territorio attraverso la realizzazione di progetti comuni, itinerari d’arte e di storia e valorizzazione di risorse umane; in questo modo si scoprono luoghi di singolare interesse, spesso non conosciuti dagli stessi abitanti del territorio. Attraverso l’organizzazione di mostre (soprattutto d’arte contemporanea) ed eventi (danza, musica antica e moderna, teatro, performances, convegni, ecc.) di elevata qualità, l’Associazione sostiene ed incentiva la conoscenza e la diffusione di forme culturali innovative a largo raggio, mettendo in evidenza le eccellenze artistiche piemontesi, soprattutto sostenendo espressioni di giovani autori. L’attività più significativa proposta dall’Associazione si concentra negli “Eventi ELLISSE”, una serie di iniziative che si svolgono ogni anno nel mese di giugno ospitate dai vari Comuni di volta in volta coinvolti nel progetto. Un’attenzione particolare è dedicata all’educazione all’arte dei più piccoli, a cui sono indirizzati mirati laboratori creativi. Nel corso dell’anno vengono poi organizzati vari appuntamenti culturali, incontri e conferenze, visite a mostre, Musei e città d’arte, atti a valorizzare la conoscenza, la tutela, la fruizione del patrimonio culturale nazionale e regionale.
Sede: Carrù (Cn), presso sede del Comune, piazzetta Municipio


GALLERIA CIVICA DI CASA FRANCOTTO

Lo spazio inaugurato nel 2009, vanta oltre 1600 mq di pareti  attrezzate per allestimenti museali ed espositivi in quella che fu l’ex casa del Dott. Ernesto Francotto, medico condotto. Scriveva della città, intellettuale, scrittore, poeta e pittore, stimato dalla gente ed apprezzato dalla critica dell’epoca racconti e poesie in italiano, francese e piemontese, riceveva i pazienti nella casa al primo piano, dipingeva nel cortile opere espressioniste e fauve dai colori molto vivaci – famosi i suoi pini blu, le sue rose materiche ed il gallo dispettoso – infatti conviveva in casa con un vecchio pennuto, salvato dalla casseruola della serva. Francotto morì nel 1968 lasciando al Comune  tutti i suoi beni.  La casa restaurata è diventata quindi, in sua memoria, uno spazio culturale polivalente ed un’importante Galleria Civica nella quale sono passate opere di: Chagall, Schifano, Picasso, Lodola, Tabusso, Carena, gli  ottocentisti più famosi, fino alle opere del Fondo Regionale Arte Contemporanea in collaborazione con la Fondazione Pistoletto. La galleria è una realtà viva ed attiva, riconosciuta quale terzo polo espositivo provinciale. E’ sede dell’Associazione Busca Eventi, dell’Ufficio Turistico e ad oggi le mostre sono coordinate dal Direttore Artistico Ivo Vigna, con la collaborazione di Chelidon Project Associazione Culturale per l’arte moderna e contemporanea.
Sede: Busca (Cn), piazza Regina Margherita, 3/5


IDEARTE

IDEARTE, è una associazione di promozione sociale fondata nel 2014, a coronamento della attività amatoriale che per alcuni anni in precedenza ha coinvolto un piccolo gruppo di persone con la passione del disegno artistico, incoraggiata dalle capacità dell’artista Ugo Giletta e sostenuta dalla Amministrazione Comunale di Manta. L’associazione culturale IDEARTE si propone di dare a tutti coloro che guardano con occhi curiosi al mondo delle arti visive la possibilità di entrare in contatto con questa realtà e scoprirne le diverse sfaccettature. L’intento dell’associazione è quello di mettere a disposizione riconosciute competenze professionali affinché ciascuno possa sviluppare la propria IDEA dell’ARTE. Le attività sviluppate dalla associazione, in collaborazione con il Comune di Manta, sono rivolte a servizio del territorio a cui sente di appartenere, ambiscono a contribuire alla crescita culturale della collettività e vanno dalla organizzazione di corsi di discipline artistiche all’allestimento di esposizioni di artisti riconosciuti a livello nazionale ed internazionale e alla partecipazione con il distretto scolastico locale ad eventi che coinvolgono la creatività e la fantasia dei bambini.
Sede: Manta (Cn), piazza del Popolo, 2, presso Cascina Aia


IL FONDACO

Nata a Bra, l’Associazione “Il Fondaco” persegue l’obiettivo di diffondere l’arte contemporanea mediante l’organizzazione di molteplici iniziative: mostre d’arte., eventi culturali ( presentazione di libri, letture pubbliche), laboratori creativi sia per l’infanzia che per adulti, laboratori didattici per le scuole. Secondo lo statuto, il Fondaco mira al recupero, allo studio e alla diffusione del patrimonio storico e artistico locale; alla conoscenza, conservazione e documentazione del territorio nei suoi vari aspetti (tradizione, arte, architettura, paesaggio); alla sensibilizzazione verso le arti e i mestieri.
Gli spazi dell’associazione ospitano anche iniziative collaterali organizzate da altre associazioni, locali e non, facendo del dialogo reciproco uno strumento di conoscenza, di approfondimento e di crescita, a partire dai problemi comuni affrontati sul territorio. A partire dal 2002, cura l’organizzazione e la realizzazione dell’evento “Via del sale “ un percorso di arte contemporanea sulle antiche strade del commercio tra il mare e il Piemonte, sfruttando luoghi espositivi come castelli, pievi, torri medievali, sperdute cappelle.
Una manifestazione che è diventata nel suo insieme il progetto più rappresentativo dell’attività e degli scopi dell’associazione.
Sede: Bra (Cn), via Cuneo, 18


LEDA

Il Gruppo LEDA è l’espressione con cui alcuni artisti di origini cuneesi e non, attivi nel capoluogo o nel territorio della provincia e accomunati dal loro ruolo di docenti presso il Liceo Artistico che porta il nome del pittore e ceramista Ego Bianchi (Castel Boglione/At 1914 – Cuneo 1957), si presentano all’attenzione della cittadinanza con la mostra Leda e il cigno. Finzioni e visioni da un mito, tenutasi nel mese di maggio del 2016 alla Fondazione Casa Delfino Onlus di Cuneo. Il lemma LEDA è da leggersi sia come acrostico che indica alternativamente le frasi Libere Espressioni DArte o Libere Espressioni dei Docenti dell’Artistico, sia come termine collegato al mito greco di Leda, la figlia di Testio e moglie di Tindaro, re di Sparta. Leda è amata da Zeus in forma di cigno e contemporaneamente dal marito nella stessa notte, generando così da due uova una doppia coppia di gemelli, cioè Castore e Polluce, da un lato, ed Elena e Clitennestra, dall’altro, figli pertanto di “due padri”: Castore ed Elena da Zeus, Polluce e Clitennestra da Tindaro. Si tratta di un racconto mitologico di grande suggestione e di notevole fortuna iconografica nel corso della storia, che si è rivelato una fonte suggestiva di ispirazione per gli artisti del gruppo cuneese di nuova formazione. Il loro proposito non è di ricercare consenso, ma di condividere esperienze di creatività, insieme anche agli allievi più meritevoli, e di proporle in specifiche esposizioni collettive al pubblico più ampio e incuriosito della Granda.
Sede: Cuneo, presso Istituto di Istruzione Superiore “Bianchi Virginio”, c.so A. De Gasperi, 11


MAGAU

L’Associazione Artistico Culturale MAGAU Onlus, nata a Cuneo nel 2003, ha come linee guida la partecipazione nell’ambito del volontariato, l’attenzione al territorio e al patrimonio culturale, l’apertura verso esperienze artistico-espressive contemporanee e la loro divulgazione, la sensibilità verso l’ecologia e il confronto generazionale. La collegialità delle operazioni messe in atto ribadisce un sentire unitario che costituisce l’identità stessa del sodalizio, nel rispetto delle singole individualità. Attraverso le sue iniziative, l’Associazione sensibilizza l’opinione pubblica sui temi dell’arte e della cultura, ponendo l’accento sulla loro importanza per la vita sociale.
L’Associazione realizza, in apposite aree attrezzate, laboratori didattici che si affiancano alle proprie attività espositive e in cui si sperimentano tecniche e processi di realizzazione di determinate opere individuali e interdisciplinari. I laboratori sono aperti alle giovani generazioni e a tutti gli interessati, per condividere determinati contenuti culturali ed estetici che fanno progredire la società civile.
Tra i propositi costitutivi dell’Associazione, vi è, infine, l’intenzione di contribuire alla crescita culturale della nostra realtà territoriale, attraverso l’attuazione di progetti di eventi artistici incentrati su temi di stretta attualità quotidiana, capaci di suscitare interesse e di attrarre visitatori anche dall’esterno.
Sede: Cuneo, c.so Nizza, 18


MESCOLANZE

L’associazione culturale Mescolanze, Arti e Cultura contemporanee, è nata nel 2013 su iniziativa di un gruppo di persone accomunate dall’interesse non solo nel campo dell’arte figurativa ma in genere per le più varie espressioni riconducibili a forme artistiche (letteratura, musica, ecc…), al fine di promuovere occasioni di incontro e conoscenza e soprattutto stimolando il confronto tra temi, periodi e culture diversi. Ha al suo attivo la co-produzione delle mostre (im)materiali ed Eccellenze Artistiche di un territorio, pittura e scultura di ‘800 e ‘900 in Provincia di Cuneo, tenutesi nel Complesso Monumentale di S. Francesco di Cuneo rispettivamente nel 2014 e nel 2015.
Sede: Cuneo, via Statuto, 4


PORTI DI MAGNIN, OFFICINA MAGNIN

L’Associazione “Porti di Magnin” aveva una sede e curava una rivista importante (l’intera serie conta 80 fascicoli dal 1987 al 2013). La sede (antica cappella di San Rocco a Breo) è servita per un centinaio di mostre, di arte figurativa e di architettura, che regolarmente venivano commentate sulla rivista. Questa solo all’ultimo, aveva aperto le sue pagine anche a mostre organizzate in altre sedi, a Mondovì e in provincia. Il tentativo era quello di aprirsi ad un mondo esterno che però è rimasto impenetrabile. Già alla fine del 2010, era stata chiusa a Mondovì la sede decentrata del Politecnico e con essa il Corso di Laurea in Architettura che a lungo aveva collaborato con l’Associazione. Questa esperienza è chiusa. Dopo il 2013, nello spazio espositivo della antica Confraternita di Santo Stefano, lo stesso allestimento messo in atto dalla Associazione per la mostra antologica di Gianni Gallo è poi servito per la grande esposizione, a cura del Comune di Mondovì, della produzione ultima di Francesco Franco (da novembre 2013 a gennaio 2014). Si apriva un nuovo percorso. All’interno della Associazione “Porti di Magnin” nasce la componente “Magnin Officina” con l’intento di mantenere viva l’esperienza passata se pure con iniziative più varie e più occasionali. GRANDARTE offre ora l’opportunità di essere presenti in città, in collaborazione con il Comune, la scuola materna, i Centri Diurni, i Laboratori di Disegno operanti in varie sedi. Ma per il prossimo anno sono già previste altre iniziative con lavori di artigianato tessile, origami modulari, mostre a tema. “Magnin Officina” si occuperà così non solo di architettura, pittura e scultura ma di arti applicate e di arti un po’ sotterranee, presenti ma poco conosciute, più attenta al processo artistico che ai risultati.
Sede: Mondovì, via Beccaria, 57